Influencer lo dici a tua sorella.

“Chi sono davvero gli influencer? Cialtroni. Di dimensioni cosmiche. Convinti di poter vivere di vuoto social, di selfie e di markette”.
Se Domenico Naso, su Il Fatto Quotidiano, voleva provocare, ci è riuscito.

È anche vero che, personalmente, covo un gran malumore nei confronti della categoria alla quale – così dicono – appartengo.

Non nego che ci siano influencer come quelli descritti nell’articolo – che sarei curiosa di sapere CHI influenzano -, e sono d’accordo che tutto il giro del fumo sia in gran parte alimentato da chi fa lavorare questi influencer (agenzie di comunicazione superficiali, uffici stampa di brand incapaci, locali che offrono cene per avere presunta visibilità), ma non ho mai amato fare di tutta l’erba un fascio.
Ecco perché voglio raccontarvi che ci sono anche altri influencer.
Sono quelli che un lavoro ce l’hanno: un lavoro che, spesso, non ha nulla a che fare con il web e i social media.