YOOX e il lieto fine

“Ciao Elena, ti farebbe piacere parlare della tua esperienza con la corsa per YOOX?”.

E’ andata più o meno così, con i ragazzi di YOOX.

Attorno a un tavolo, un tardo pomeriggio di fine aprile, ci siamo conosciuti: loro mi hanno parlato della realtà YOOX– che la mia carta di credito conosceva già perfettamente – , io li ho sfiniti con le mie vicende da fashion runner.

“Che poi sono proprio due mondi diversi, quelli dell’uomo e della donna che corrono. L’uomo corre per la prestazione, si fissa un obiettivo e deve competere con se stesso e con gli amici. A noi donne della prestazione ce ne frega poco. Noi corriamo perché dobbiamo prepararci alla prova costume, corriamo perché dobbiamo cambiare vita, corriamo per essere meno severe con la dieta. Io ho iniziato a correre perché avevo il cuore a pezzi, ve lo dico: la scorsa We Own The Night l’ho fatta tutta pensando a lui lontano da me.

“E ora sei fidanzata?”

“Ehm, no”

“Sarebbe bello che ti fidanzassi, per questa We Own The Night: sarebbe un bellissimo lieto fine”.

Lo sarebbe sì, un bel lieto fine. Posso solo dire che ora non scappa più.

Per ora mi accontento di essere fedele al mio rossettazzo rosso: sì, me l’ero messo anche il giorno in cui abbiamo scattato le foto (eh, i ragazzi sono attenti: “abbiamo letto che corri sempre col rossetto!”).

E sì, ne è nata una bella collaborazione. Tra una chiacchiera e una foto, mi sono fatta prendere dal look sporty e ho giocato con qualche capo in vendita su YOOX: qui trovate tutti i dettagli.

Enjoy!

[Fare la seria mi riesce difficilissimo]

IMG_7828

 

IMG_7747

IMG_7992

6 Comments

  • Rispondi maggio 16, 2014

    Sasà

    Bella vera! Top top top come direbbero i miei amici del mondo della moda.
    #runbraghyrun

  • Rispondi maggio 16, 2014

    Micra

    Ahhhh ho lo stesso top rosa della Nike:)

  • Rispondi maggio 17, 2014

    fili

    Looking good Honey!
    xoxo

  • Rispondi maggio 17, 2014

    pa

    non è vero che non siamo competitive noi donne, dai! io riesco ad essere competitiva anche quando vado al lavoro in bicicletta e qualcuno mi supera..

    • Rispondi maggio 20, 2014

      Elena Braghieri

      certo, ma in generale sulle donne prevale il lato emozionale a quello competitivo. Poi ci sono sempre le eccezioni, ma su 1 donna come te ce ne sono 10 a cui non interessa essere superata 🙂

  • Rispondi luglio 27, 2014

    annabella senatore

    non smettere mai di ridere.

Leave a Reply